Basilica San Pietro Roma


www.hotel-roma.com

San Pietro Roma storia e descrizione


Visita la basilica di S. Pietro

Cosa Visitare Dove Dormire Offerte Roma
Tour e Vacanze Dove Mangiare Cosa Fare a Roma Informazioni Utili

Home -> Monumenti di Roma ->Basilica San Pietro
adv


Basilica di San Pietro a Roma

 

La basilica di San Pietro a Roma è sulla piazza San Pietro a costituire un complesso unico con essa.

La facciata è larga 114 metri e alta 45 metri, il restauro del 1999 ha rivelato che è stata colorata con sabbia di fiume e polvere di mattoncino che ha dato il colore rosso alle parti laterali, colore che risale all’opera di  Maderno del 1620, oltre a un verde sopra l’arco della loggia, aggiunto nel Settecento.

La Basilica di San Pietro prospetta sulla scalinata a tre piani con le colossali statue di San Pietro e San Paolo di Roma. Le statue erano state scolpite nel 1838 per la nuova basilica di San Paolo ricostruita dopo il disastroso incendio del 1823: Pio IX nel marzo del 1847 volle le due statue nella basilica al posto di due altre statue scolpite nel 1462 e ora conservate nella vecchia aula del sinodo.

Sull’attico della basilica di San Pietro si elevano 13 statue, alte 6 metri raffiguranti Gesù, il Battista e undici apostoli, tranne san Pietro. Ai due lati caratteristici i due orologi a mosaico, costruiti da Giuseppe Valadier su commissione di Pio IV nel 1777: indicano a sinistra l’ora media basata sul fuso orario dell’Europa e a destra l’ora reale, sono chiamata risperttivamente Oltremontano e Italiano. Sull’architrave del portico Paolo V fece incidere l’iscrizione “In Honorem principis apost. Paulus V Borghesius romanus pont.max. an. MDCXII, VII” e fu subito notato come scive il Besso che mentre le parole “princis apost” sono quasi nascoste fra due colonne, le parole “Paulus V Borghesius Romanus” occupano tutta la lunga zona sporgente che sottostà al timpano della porta centrale del tempio, e sono pertanto le sole che si osservano a prima vista. Qualche cardinale ne fece parlare Pasquino “Un briciolo è di Pietro, tutto il resto è di Paolo” dunque il tempio non è di Pietro ma di Paolo.

Le misure della basilica di San Pietro sono: lunghezza metri 218,7, compreso il portico che è largo 71 metri , alto 20 metri e profondo 13,5 metri. La navata mediana è larga 26 metri e alta 46,1 metri; il transetto è lungo metri 154,8. Il diametro del cupolone è di metri 42,56 e l’altezza fino alla sommità della croce è di metri 136,57.

La capienza della basilica di San Pietro a Roma è di 60.000 persone. Gli altari sono 46, le finestre sono 233, distribuite: 29 nella navata centrale e nella crociera, 108 nelle navate laterali, nelle cupole e nei cupolini, 16 nel tamburo del cupolone, 32 nel lanternino del cupolone, 48 nella cupola esterna.

Tra le curiosità c’è l’illuminazione della cupola della bascilica di San Pietro.

Il centro vitale della basilica è l’altare papale che si affaccia sulla confessione del Maderno con le 99 lampade perenni. Vi si erge il baldacchino bronzeo del Bernini. Sullo sfondo dell’abside si staglia la cattedra di Pietro.

La basilica è un grande reliquiario che fa perno sulla tomba di San Pietro nelle Sacre Grotte vaticane ma è impreziosita da una serie di sacri oggetti e immagini miracolose da sempre vnerati e per questo ben custoditi. Le più famose sono nelle logge ricavade dal Bernini sulle nicchie con staute nei pilastri che sorreggono il cupolone. Il frammento della lancia con cui fu trafitto Gesù sulla Croce, donato a Innocenzo VIII da Bajazet, figlio del sultano Maometto II, è nella loggia sopra la stauta di San Longino, nome del centurione romano che avrebbe trapassato il costato si Gesù come si legge nel Vangelo di Giovanni.

Fino al secolo XVI si custodiva il Volto Santo, ovvero il panno con il quale una donna pietosa avrebbe asciugato il volto di Gesù che vi sarebbe rimasto impresso: il volto santo era sopra la statua di Veronica, nome dato alla statua dal greco-latino vera ikon, cioè vera immagine, nome appositamente composta per giustificare l’esistenza della reliquia. Frammenti della Santa Croce sono nella loggia sopra la statua raffigurante Sant’ Elena. Nella loggia sovrastante la statua di Sant’Andrea era conservato il capo dell’apostolo fino al 1964, quano Paolo VI riconsegnò la reliquia al patriarca della Chiesa Ortodossa perché fosse custodita a Patrasso dove il Santo avrebbe subito il martirio. Dalla sagrestia è possibile accedere alla sala del tesoro della basilica di San Pietro. Numerose le statue dei Santi.

E’ da notare nel transetto destro il Sepolcro di Clemente XIII. Nel passaggio al transetto sinistro è la tomba di Alessandro VII. Altro monumento funereo è il Monumento sepolcrale di Paolo III , trasferito nell’abside di sinistra per far posto al Monumento di Urbano VIII.

Curiosi sono i monumenti dedicati a tre donne laiche di riguardo per avere contribuito al prestigio della chiesa di Roma. Sono il sepolcro di Matilde ci Canossa che difese il Papa dalle prepotenze di Enrico IV, disegnato da Gian Lorenzo Bernini; il Centafio di Cristina di Svezia oper di Carlo Fontana, il cui vero sepolcro è nelle Sacre Grotte vaticane; il monumento funebre di Maria Clementina Sobieski Stuart he impartì educazine cattolica al primogenito Carlo a scapito di ogni diritto a un’eventuale riconquista del trono di inghilterra.

Link Utili
San Pietro Apostolo
Piazza San Pietro







Copyright © 2005-2020 www.hotel-roma.com P.IVA 09523431006
il numero di telefono 199444381 è un servizio a pagamento. Tariffe Telecom Italia: 0,153 € al min. + 0,065 € scatto alla risposta + IVA. Il costo varia in base all'operatore con cui si effettua la chiamata.